Femmine Difformi è un progetto aperto e gratuito di arte relazionale che esplora il femminile e l'ambiente nelle sue declinazioni tanto intime quanto sociali.

Difformazione come possibilità di contrastare l’omologazione che la società ha sull’Essere e riappropiarsi della propria forma.  

Obiettivo: fare rete, confrontarsi  e creare insieme forme diverse di vita libera.

Intendiamo l'Arte come possibilità partecipata di comunicazione e trasformazione, luogo d'incontro e scambio di idee.

Questo è un pezzetto della mia memoria che amo condividere.

Lei è Beppina, madre di mia madre, classe 1901.

Rimasta vedova a trent'anni con tre figli piccoli, cuoca e sarta alla fattoria di Scorgiano, riuscì a ricoverare mia madre e suo fratello dalle monache della basil...

11.1.2019

Intervista di Alessia Mocci a Cinzia Migani, autrice del saggio Memorie di Trasformazione. Storie da Manicomio

[Erano gli anni dell’applicazione della Legge Basaglia.] Ero decisamente attratta dalle storie di superamento istituzionale che venivano trasmesse nella tv di...

19.9.2018

Pubblicato su Nazione Indiana by Renata Morresi

Alla fine quel “siete tutti finti”, sulla sua pagina Instagram, è il suo testamento. A 31 anni ci ha lasciato, lo scorso 23 luglio,  Oksana Shachko, co-fondatrice del movimento Femen, suicida a Parigi in un appartamento pi...

27.6.2018

E mi monta una rabbia difficile da sostenere.

Tirata da una parte dall'urgenza di agire, dall'altra schiacciata da un senso di impotenza e frustrazione, provo disagio, imbarazzo.

Non voglio ascoltare la voce che mi sussurra: lascia  stare.

Così scrivo.

A chi? Dove ? Per ch...

La violenza di genere è prodotta e riprodotta in continui fatti quotidiani nascosti dietro il silenzio e la paura che permettono alla violenza di perpetuarsi.

Parlarne è il primo strumento di contrasto. Per questo donne e uomini hanno deciso di raccontarla a piena voce...

La rete di Femmine Difformi ha raccolto una testimonianza toccante: la storia di k.

Vogliamo intrecciare questa vicenda, raccontata in prima persona dalla ragazza, con le altre trame per ricordare che la condivisione è forse l'unico mezzo per dare sostegno e offrire una...

19.12.2017

pubblicato su Nazione Indiana il 15 dicembre 2017

Judite Canha Fernandes è nata a Funchal, sull’isola di Madeira, nel 1971. È performer, femminista, curinga (di Teatro dell’Oppresso/a), scrittrice, bibliotecaria, attivista, madre e ricercatrice, senza un ordine preciso...

Un dramma fra i tanti.

Una realtà, sconosciuta o negata all'evidenza dei più.

Un problema grave a cui i media non danno o non vogliono dare voce o visibilità.

Una questione che spesso desta polemiche perché non si conoscono le dinamiche, le leggi che sostengono tale dirit...

Please reload

Post recenti

23.12.2018

Please reload

Archivio

Please reload

Cerca per tag

Please reload

Seguici