Bella da Stupro

27.06.2018

a cura di

 

 

 

E mi monta una rabbia difficile da sostenere.

 

Tirata da una parte dall'urgenza di agire, dall'altra schiacciata da un senso di impotenza e frustrazione, provo disagio, imbarazzo.

 

Non voglio ascoltare la voce che mi sussurra: lascia  stare.

 

Così scrivo.

 

A chi? Dove ? Per chi?

 

Di certo scrivo per me, per dare voce alla voce che dice basta, basta a questo modo di incasellare le donne in un formato Excel tutto al maschile.

 

MILF GILF COUGAR

 

Acronimi, maledetti acronimi.

 

Un linguaggio di segni che comprimono, snaturano il linguaggio della parola.

Un codice che include pochi e ai pochi dà potere, esclude molti.

 

I molti ignorano. Pochi dei molti chiedono spiegazione.

La maggioranza beotamente si adegua non capendo.

 

Sbobiniamo cosa si nasconde dietro i tre acronimi sopra citati.

Hanno elementi comuni: maschilismo, svilimento della donna, della sessualità, ma soprattutto rivelano un mondo maschile triste in modo irrimediabile. 

 

Ed ancora più scoraggiante il fatto che tale linguaggio appartiene ai giovani uomini.

 

Anche a quelli dello stupro di Sorrento.

La donna che non più giovane risulti attraente sessualmente è una MILF 

 

La donna non più giovane anche non attraente sessualmente che può avere interesse per un uomo più giovane è una COUGAR

 

ATTENZIONE: se sei una donna attraente sessualmente ma hai 60 anni sei una grannies.

 

Bella da stupro! Così una madre ha definito la sua splendida piccina di 6 mesi di fronte al pediatra allibito.

E bella da stupro è un post di commento alla foto di un'amica.

Fattore peggiorativo: chi scrive è una ragazza .

 

Lo stupro sdoganato verbalmente apre i confini di questo squallido resto.

 

Le parole sono azioni.

Azioni sulla pelle.

Azioni che marchiano in modo profondo, indelebile.

Le parole agiscono, non evaporano, creano mondi di pensieri.

Plasmano il mondo creando gabbie, aprendo confini.

 

MILF GILF COUGAR NON SOLO PAROLE MA COSTRUZIONE DI GABBIE, DI UN MONDO DI STEREOTIPI DELLA PEGGIOR SPECIE: LA DISCRIMINAZIONE SESSUALE.

 

Diamo ascolto alle parole, per iniziare la rivoluzione del rispetto per la PERSONA.

 

Tags: donne e violenza

Share on Facebook
Please reload

Post in evidenza

Post recenti

23.12.2018

Please reload

Archivio

Please reload

Cerca per tag

Please reload

Seguici

  • Facebook Basic Square