• Femmine Difformi project

Penelope è W!

progetto LABIArts in collaborazione con il collettivo Femmine Difformi

visita la MOSTRA ON LINE : https://www.femminedifformi.com





I fili tessuti dal collettivo Femmine Difformi (FD) si sono intrecciati e fusi con quelli lavorati dal gruppo LABIArts.


Il risultato e’ un prodotto singolare: l’evento Penelope è W!


Ancora una volta incontri speciali tra donne che operano nell’arte intesa come mezzo di conoscenza personale e sociale, espressione sentita e partecipata che trasforma l’io in noi.


Chi segue il blog conosce la realta’ FD, un collettivo frequentato da oltre 200 donne di provenienze territoriali ed esperienziali diverse, che dal 2011 ha attuato un progetto di arte relazionale e sociale.

Femmine Difformi è un work in progress, uno spazio scolpito da chi collabora con il gruppo, una ricerca di nuovi equilibri e modi di stare insieme nella creatività.

Cos’e’ LABIArts e come e’ avvenuto il contatto?


LABIArts e’ uno spazio libero in cui potersi esprimere, un gruppo di donne che da anni fa ricerca individuale e collettiva attraverso fotografia, pittura, foto collage e scrittura, un momento di incontro nato per sperimentare, per costruire un progetto tutte insieme, ognuna con la propria personalità. La condivisione di esperienze dà origine ad un caleidoscopio ricco di riflessi e sfumature.


La collaborazione nasce nel 2018 nell'evento Ferite e Guarigioni, i 24/25 novembre 2019, in cui i due collettivi uniscono i propri potenziali creativi dando vita ad una mostra di fotografia e una performance con un tema che riguarda la violenza e la possibilita’ di elaborarla e trasformarla attraverso l’arte.

Il tramite: Silva Masini, tessitrice di relazioni al femminile, ideatrice di FD e appartenente al gruppo LABIArts.


E’ durante la pandemia , proprio quando pareva che le varie chiusure potessero togliere respiro allo spirito creativo e alla condivisione, che scatta il desiderio di una collaborazione più intensa fra le due realtà artistiche.


Penelope, sola, sull’ isola, non si abbandona agli eventi, reagisce e tesse la Tela, un progetto di riscatto e liberazione.



Penelope e’ W! prende spunto proprio da questo.

Ognuna, “ isolata”, ha iniziato a tessere e disfare, sbrogliare matasse e cucire tessuti, a dare vita ad un racconto che parlasse di quella Penelope interiore, si è messa ad ascoltare quali suggestioni, quel mito reso odierno, potesse sussurrare.


Tessere trame, creare orditi, intrecci nello scorrere dei giorni, delle notti, del tempo.

La tela di Penelope assurge a metafora della storia di ogni donna, al di là di spazio e tempo: la cura, la costruzione, la ri-costruzione sono essenze femminili, quando fuori imperversa la paura, la guerra, la distruzione, sostanze di un potere maschile arrogante.

Penelope diventa mito contemporaneo nei giorni di spaesamento e chiusura, in un universo fagocitato e stravolto da eventi che squassano la “normale” quotidianità.

Rappresenta la voglia di dare voce alla vita, alla possibilità, alimenta la speranza di riallacciare rapporti, stabilire relazioni, ricreare una qualche forma di equilibrio, andando in fondo al proprio essere per recuperare l’essenza del vivere insieme.


Penelope è W! e’ un intreccio di opere fotografiche, installazioni, testi scritti, performance, delle donne che, della Penelope letteraria, hanno saputo cogliere l’essenza, la voce, che inneggia alla sopraffina arte dell’ ascolto, della resilienza, al coraggio di guardare in fondo al proprio essere per poter ri-nascere libere e orgogliose del proprio esistere.


L'Evento in presenza si svolgerà a Sestri Levante

nella Sala Espositiva Palazzo Fascie, Corso Colombo

dal 23 settembre al 9 ottobre 2022


Dal 1 giugno al 31 agosto puoi intanto visitare la nostra MOSTRA ONLINE e trovare alcune opere fotografiche che fanno parte del progetto Penelope e’ W!




__________________________

l'opera dell'invito è di Marzia Alati

foto di Silva Masini


Post recenti

Archivio

Cerca per tag

Seguici

  • Facebook Basic Square