• Femmine Difformi project

Poesie

di Miretta Pasqui


SU UNO SCALINO


È come se volessi

Salire uno scalino.

Lo scalino è di pietra, alto antico e consumato.


Oltre è il cielo

Con fiori viola

Dietro è la Storia.


Ma il passo è tanto lungo

Inciampo riprovo inciampo

Sono sola, nessuno mi può illuminare.

Come mi posso amare?


Mi fermo e guardo.

Davanti si apre un prato verde

Dove giocano bambini piante e animali


È il paradiso

Il sorriso

Finito il tumulto dei ricordi.


5 aprile 2021






CIELO COBALTO


Vidi l'altra sera

Un cielo immenso compatto

Color cobalto.

Volevo sfogliarlo

E farne un manto di seta.

Cominciare cosi

A vestire il viaggio.


6 aprile 2021




AMICIZIA


La sua voce tocca

Dolcezze lontane

Porta oro sulle ferite.


Sento il soffio vitale

Delle rocce che scalava

La volontà sacra

Di vivere

Oltre le rigide muraglie

Del dolore.


14 settembre 2021


FUTURO


Mi attrae

L'incontro

La CONOSCENZA

L'età della saggezza


Quando finalmente

Farà luce la Verità

I ricordi non faranno più mal


Saranno carezza nel cuore.

Le parole attente

Dette a bassa voce lente

Avranno il colore della tenerezza


Semplicità e accoglienza

Di ogni accadimento

Della Vita.


29 agosto 2021



IMPROVVISE APPARIZIONI


Ci sono ore di improvvise apparizioni

Serene innamorate

In cui l'anima

In segreto

Raggiunge la dolcezza.


26 settembre 2021



LA V I T A


La vita è un libro di carta

Pagine che il tempo sfoglia

Lentamente

Hanno per ognuno un numero perfetto

E sconosciuto.

So soltanto che le ultime

Sono le più interessanti

Rivelano la verità


Prima dell'ultima pagina

Vorrei ringraziare il cielo

Gli alberi il respiro del mare

Conoscere la libertà


21 agosto 2021





ANGELO DEL NORD


Angelo del Nord

Messaggero

Fra terra e cielo

Piantato nell'abisso

Di minatori

Sfiori

Abbracci nel cielo

Non voli, ci guardi.

E brilli nel grigio

Indistruttibile acciaio


In silenzio una speranza

Rivolta ai nostri oscuri dubbi.


31 luglio 2021


Questa poesia nasce dalla visione di una scultura moderna, Angelo del nord, realizzata in acciaio dall’artista inglese Antony Gormley. Si trova nella città di Gateshead, in Inghilterra e le sue dimensioni sono 20 metri di altezza e 54 metri di larghezza con le sue ali aperte.





Miretta Pasqui nasce sotto il segno dei pesci il 26 febbraio 1944 a Rapolano Terme, in provincia di Siena.

Ha lavorato nella scuola come insegnante di lettere e da sempre ama scrivere. Ha pubblicato una raccolta di poesie e racconti “E domani nascevano i fiori”(1981), scaturito da un’esperienza con i ragazzi della sua classe. “Cantare l’Antartide” (2005)è una raccolta di poesie che racconta frammenti di storia personale ed esperienze di Vita. Nel 2011 pubblica “Azzurri meridiani e paralleli” e nel 2019 l’ultima raccolta di poesie intitolata “L’elogio dei venti”.

La poesia di Miretta tocca il cuore con profonda sensibilità e il suo sguardo penetrante e sincero sull’esistenza umana ci risuona e ci emoziona.

La curiosità alla vita e l’apertura verso il nuovo hanno favorito l’incontro fra Miretta e il gruppo delle Femmine Difformi all’interno del progetto Penelope, dove Miretta ha trovato ascolto, apprezzamento e possibilità di condivisione.

Le 7 poesie scelte per questo articolo sono state scritte fra la primavera e l’autunno del 2021 e sono tutte inedite.


Abbiamo chiesto a Miretta: perché scrivi?


“Scrivo per la necessità di salvare e custodire la Memoria e per il desiderio di condividere emozioni, sensazioni, dolori e piaceri con gli ascoltatori”




Miretta è felice di ricevere vostre impressioni e i vostri commenti direttamente alla sua mail mirettapasqui@gmail.com




foto di Silva Masini



















Post recenti

Archivio

Cerca per tag

Seguici

  • Facebook Basic Square